Quando cambiare software ERP? 

QUANDO CAMBIARE SISTEMA ERP

Il vostro software ERP è il cuore del vostro business: vi permette di gestire l’azienda, ottimizzare la produttività, migliorare i processi e la competitività. Se il sistema ERP non soddisfa le tue attuali esigenze aziendali, limita la tua flessibilità o ostacola la tua crescita, devi sostituirlo.

 

Sostituire il sistema ERP è una decisione strategica e un impegno importante del tempo e delle risorse della vostra azienda, quindi deve essere fatto per le giuste ragioni. 

 

Ma come si fa a sapere quando è il momento giusto per passare a un nuovo sistema?



  1. Gli utenti sono insodisfatti

 

Anche se le ragioni possono variare, le motivazioni più ricorrenti sono la difficoltà d’uso, la mancanza di funzionalità dedicate al proprio business, la mancanza di flessibilità o i tempi di risposta troppo lunghi. Un sistema ERP invecchiato rende quasi impossibile l’adozione da parte di nuovi utenti (lunga formazione, frequenti errori di elaborazione, ecc.).



  1. Alti costi di manutenzione

 

Un pacchetto ERP invecchiato può avere costi di manutenzione elevati senza che ciò sia giustificato dalle funzionalità offerte. Senza contare che durante questo periodo, i vostri concorrenti beneficiano di un ERP adattato ai loro bisogni e ad un costo inferiore. In breve, siete meno competitivi a tutti i livelli…



  1. Il software ERP è poco scalabile e incapace di sostenere il vostro sviluppo

 

Un pacchetto ERP che non offre gli ultimi strumenti (BI, mobilità, ecc.) o che non può supportarvi a livello internazionale (mancanza di lingua, localizzazione, contabilità multiaziendale, ecc) è dannoso per la crescita del business. In effetti, un sistema ERP obsoleto distrugge i vostri sforzi quotidiani di adattamento all’evoluzione delle esigenze dei clienti o delle richieste del mercato, in particolare in termini di automazione, personalizzazione, flessibilità e tracciabilità.

 

  1. I vostri utenti compensano le carenze del pacchetto ERP con fogli di calcolo, strumenti esterni, ecc.

 

Facciamo un esempio: se il vostro ERP non ha uno strumento di pianificazione, i vostri utenti duplicheranno i file o useranno uno strumento di pianificazione esterno in parallelo, mentre sarebbe sufficiente avere un ERP che lo faccia autonomamente.

Lo stesso vale per gli strumenti di gestione dei progetti o di configurazione dei prodotti.

 

 

 

  1. Non controlli le tue scadenze per mancanza di visibilità, cattiva gestione dell’inventario, ecc.

 

La gestione del lead time è particolarmente strategica nel settore industriale se si vuole rimanere competitivi. E il vostro software ERP dovrebbe essere la chiave per rispettare le vostre scadenze. Di più nell’articolo: “Perché il vostro ERP industriale dovrebbe essere la vostra risorsa numero uno per gestire le vostre scadenze?”



  1. Il tuo ERP non ti dà visibilità e controllo del tuo business

 

L’ERP di oggi può essere incredibilmente completo pur essendo progettato per essere flessibile, scalabile e adattabile al cambiamento delle esigenze aziendali. I migliori sistemi includono una business intelligence integrata e una suite completa di applicazioni progettate per il vostro settore specifico. Inoltre, gli ERP di oggi sono anche facili da usare in quanto vi si può accedere in qualsiasi momento, ovunque, tramite qualsiasi dispositivo con una connessione funzionante.

 

Se il vostro sistema esistente non fornisce le informazioni di cui avete bisogno per gestire efficacemente il vostro business, iniziate a riunire un team delle vostre persone migliori per identificare le maggiori lacune e ricercare informazioni e nuovi fornitori.

 

Una volta che avete identificato i problemi che volete risolvere e i benefici che vi aspettate di ricevere, dovete determinare il momento appropriato per fare il cambiamento. Purtroppo, troppi progetti falliscono o non raggiungono i loro obiettivi perché l’azienda non era pronta per la quantità di lavoro necessario per implementare un nuovo sistema.

 

Per garantire il successo dell’implementazione, assicuratevi di:

 

  • Ottenere l’accordo in tutte le aree rilevanti dell’azienda sugli obiettivi e i benefici del progetto
  • Stabilire un budget accurato (“Costi totali ERP”)
  • Condurre un’analisi di giustificazione dei costi (studio del ritorno sull’investimento o ROI)
  • Identificare lo sponsor esecutivo e costruire il team del progetto 

Implementazione del progetto ERP e metodologia

Implementazione e metodologia
in un progetto ERP

Mentre nelle fasi di selezione di un nuovo sistema ERP è coinvolto solo un piccolo team di progetto, la sua implementazione riguarda l’intera azienda. Infatti, questo processo è più di una sfida tecnica: tutti i reparti aziendali devono essere coinvolti per contribuire all’implementazione del software, in particolare per quanto riguarda i processi rilevanti.

Durante l’implementazione di un ERP si analizzano punti di forza e di debolezza dell’azienda: i processi considerati efficienti si mantengono, quelli poco produttivi si ottimizzano o si eliminano.

A seconda delle dimensioni e della complessità dell’azienda, un’implementazione ERP richiede generalmente da sei a dodici mesi. Durante questa fase, il fornitore collaborerà strettamente con i key users dell’azienda in modo da ottenere il massimo dal nuovo software.

Come risultato, l’azienda ha non solo una nuova infrastruttura IT, ma anche uno strumento di gestione avanzato dove tutti i processi aziendali sono digitalizzati e automatizzati. Vengono risolte vulnerabilità riguardanti qualità e sicurezza dei dati.

Inoltre, come parte dell’implementazione ERP, l’azienda rivede completamente i flussi di lavoro creando una buona base per i processi di trasformazione digitale.

Il fornitore ERP e il suo team supportano il cliente aiutandolo con consigli e attività tecniche e lo affiancano in tutti i passaggi utilizzando una metodologia di implementazione.

Ma come funziona idealmente una metodologia di implementazione ERP, quali sono gli errori tipici e come può un’azienda prepararsi a questa sfida?


Aspetti da considerare per una implementazione perfetta

  1. Prendersi il tempo per pianificare 

Abraham Lincoln una volta disse: “Datemi sei ore per tagliare un albero e passerò le prime quattro ad affilare l’ascia”.

Questo è l’approccio che un’azienda dovrebbe adottare quando pianifica l’implementazione di un nuovo sistema ERP. La maggior parte delle aziende punta a chiudere la fase di pianificazione il più velocemente possibile per paura di spendere molto più tempo sulla teoria che non sulla pratica. La verità è che una settimana o due in più in questa fase potrebbe fare la differenza tra un processo senza intoppi e un processo ottimizzato e senza errori. Una buona regola è quella di programmare una settimana di pianificazione per ogni mese di tempo stimato per l’implementazione.


  1. Stabilire le responsabilità interne del progetto

Il sistema ERP impatterà su tutte le aree funzionali dell’azienda, e questo significa che tutti, dal top management al middle management fino ai livelli operativi, devono essere coinvolti nell’implementazione. Quindi, la prima cosa che un’azienda può fare per prepararsi è stabilire un team interno che abbia il mandato di coinvolgere il resto dell’azienda ad impegnarsi nel progetto.

 Idealmente, l’azienda dovrebbe nominare un team di progetto composto dai seguenti membri:


  • Sponsor. Come membro del senior management, lo sponsor è il “leader” interno del progetto. Lo sponsor deve fornire una guida di alto livello al resto del team per assicurare che il sistema ERP, una volta implementato, raggiunga gli obiettivi aziendali concordati. A volte lui/lei svolge anche il ruolo di project manager.
  • Project manager. Le funzioni principali sono quelle di gestire, pianificare, controllare e coordinare il progetto dal punto di vista dell’azienda, e il suo unico obiettivo è quello di garantire che il progetto sia completato in accordo con tempi e budget. Questa posizione dovrebbe essere ricoperta da un manager senior, od un livello medio, che abbia esperienza in diverse aree funzionali. Altri compiti di questo ruolo includono la programmazione e la pianificazione delle riunioni, la verifica delle attività dei componenti del team di progetto, la gestione delle riunioni, l’identificazione dei problemi e il monitoraggio dei progressi del progetto.
  • Responsabile IT.  Un’azienda deve sapere esattamente come sarà misurato il successo quando si implementa un sistema ERP.

Tenete presente che l’implementazione dell’ERP è una questione centrale per l’azienda.

L’implementazione di un ERP è una partnership tra azienda e fornitore, L’aver scelto un partner di fiducia non da all’azienda il diritto di non impegnarsi nell’iniziativa. Implementare un sistema di questo tipo non significa solo installare un nuovo software : è un ripensamento completo dei processi operativi di base in ogni area funzionale.

Quindi, prepararsi per l’implementazione di un sistema ERP non significa solo scegliere un fornitore e lasciare che faccia tutto il lavoro. Con un accurato processo di pianificazione, le aziende possono ridurre i rischi, evitare le insidie comuni e approfittare di tutti i vantaggi finanziari e operativi che il sistema può offrire. 

Gli Obiettivi di un software ERP

GLI OBIETTIVI DI UN SOFTWARE ERP

Normalmente quando le aziende implementano i loro sistemi gestionali (ERP) hanno come obiettivo il miglioramento dei processi chiave e dei KPI. Ad esempio una gestione più snella e veloce o la riduzione dei costi o altri aspetti.

Tuttavia, se i KPI non sono determinati all’inizio del progetto, è impossibile comprendere se l’implementazione ERP ha raggiunto gli obiettivi desiderati.

Un Enterprise Resource Planning (ERP) permette di costruire un Sistema Informativo omogeneo su una base unica e quindi permette a tutti i collaboratori di lavorare e scambiarsi informazioni uniformi. L’ERP permette anche la standardizzazione dei processi di business all’interno dell’azienda e su tutte le sedi, sia in Italia che all’estero.

Qual è lo scopo di un ERP?

  1. Gestione della produzione

Un modulo di gestione della produzione è essenziale per gestire in modo ottimale i processi ed assicurare redditività alla vostra azienda. Infatti, questo fornisce ai vostri team i mezzi per registrare i dati sull’avanzamento delle operazioni di produzione sia completati che in lavorazione, i dati saranno un’ottima base ed un aiuto per valutare le efficienze prima di sviluppare strategie per la crescita della vostra azienda.

Per quanto riguarda la produzione, ci sono molte domande che devono essere fatte per assicurarsi che l’ERP sia in grado di soddisfare il vostro modello di business. Ad esempio: “Il nostro business model è basato su una produzione a commessa/progetto oppure su una produzione in serie?” Se la risposta è “A Commessa/Progetto”, dovreste optare per un ERP con un modulo integrato di Project Management (PM). 

  1. Gestione degli acquisti

La gestione degli acquisti in un sistema ERP semplifica le operazioni rendendole automatiche e fornendo dati e risultati accurati. Tra le varie funzioni, un modulo di gestione degli acquisti può gestire la creazione di ordini e monitorare le prestazioni dei fornitori.

  1. Gestione delle vendite

Uno dei principali vantaggi di uno strumento di gestione delle vendite integrato con un sistema ERP è avere una visione completa dei vostri clienti. Dalle previsioni, passando per le vendite e l’assistenza, fino alle informazioni relative agli aspetti finanziari e contabili, questi sistemi forniscono una maggiore visibilità sulle necessità dei vostri clienti, sulla storico degli ordini, le preferenze, la situazione contabile, ecc.

Una delle domande che possono sorgere in questo ambito è: “Il vostro catalogo è formato da prodotti che hanno molte variabili ed è spesso difficile, o impossibile, definirli dettagliatamente?” Se la risposta è sì, dovreste considerare l’integrazione di un configuratore di prodotto all’interno dell’ERP.

  1. Gestione della contabilità

I moderni ERP presentano un modulo di contabilità e finanza totalmente integrato. questa integrazione facilita la gestione poiché tutte le informazioni sono nello stesso posto e collegate tra loro. Questo è vero anche in caso di contabilità multi-sito, multi-valuta o multi-lingua.

In questo ambito la domanda da porsi è: “Ho bisogno di una contabilità multi aziendale o multinazionale (valute, tassazione, lingue, ecc.)? E se non ne ho bisogno oggi, potrei averne bisogno domani?”. Rispondere a queste domande vi permette anche di chiarire lo scopo attuale e futuro del vostro ERP, in modo da non dover nuovamente cambiare software tra qualche anno. 

  1. Gestione dell’inventario

La gestione dell’inventario permette di gestire in modo strategico il magazzino e l’inventario fisico della vostra azienda. Inoltre, permette di ottimizzare gli stock di materie prime, prodotti finiti e ricambi per evitare sia la mancanza di prodotto che stock eccessivi che penalizzano finanziariamente l’azienda.

  1. Gestione delle relazioni con i clienti

Per riuscire a soddisfare al meglio i propri clienti, dotarsi di un modulo CRM integrato con l’ERP è un plus. LA possibilità di avere un’origine centralizzata delle informazioni vi permette di offrire ai Vostri clienti un servizio personalizzato. Se avete la necessità di offrire ai vostri clienti anche un servizio di post vendita potete si può prendere in  considerazione la gestione di questo servizio attraverso l’utilizzo di un modulo specifico (Service Planner) o di supportare i tecnici che operano all’esterno dell’azienda attraverso l’utilizzo di funzioni mobile appositamente dedicate.

E’ quindi molto importante che l’ERP scelto risponda alle vostre necessità. Infatti, un ERP generico richiederà sviluppi lunghi e costosi per essere adattato alla Vostra azienda. Tali costi e tempi diminuiscono in modo rilevante quando si prende in considerazione un ERP nativamente dedicato al Vostro settore.

ERP e sviluppo specifico: perché aumentano i costi ed il rischio di errori?

ERP e sviluppo specifico: perché aumentano i costi ed il rischio di errori?

Quando si seleziona un sistema ERP (Enterprise Resource Planning), è importante scegliere quello che meglio si adatta alla vostra attività di produzione.

 

Se le funzionalità presenti sono nativamente studiate per i vostri processi aziendali, l’implementazione dell’ERP sarà molto più agevole sia per la vostra azienda che per i consulenti. In caso contrario, potrebbero essere necessarie molte personalizzazioni. Questo significa costi più alti di quanto previsto inizialmente ed un maggiore rischio di errori.

 

Perché gli sviluppi personalizzati aumentano i costi e il rischio di errori?

Una delle cose più importanti che abbiamo imparato nei nostri 40 anni di esperienza nell’implementazione di ERP nelle aziende è che lo sviluppo di funzionalità specifiche è costoso, sia dal punto di vista umano che finanziario, sia in fase di implementazione che negli anni a venire. Infatti, bisogna considerare il costo delle varie funzionalità al momento dell’implementazione del progetto, ma anche l’impatto che queste avranno sulla durata e quindi sul costo degli aggiornamenti.

 

Inoltre, la creazione di funzionalità specifiche comporta sempre un rischio maggiore rispetto all’uso di funzionalità native, poichè quest’ultime sono state testate, approvate e migliorate da migliaia di utenti prima di essere implementate nella vostra azienda.

Naturalmente, l’idea è di evitare un sistema ERP che non soddisfi il 100% delle esigenze aziendali. Limitare gli sviluppi specifici è fattibile solo se l’ERP scelto soddisfa nativamente la maggior parte dei bisogni reali dell’azienda. 

In questo articolo, vogliamo anche mostrarvi perché è importante scegliere una soluzione ERP completa e i suoi vantaggi per i produttori.

 

Perché scegliere una soluzione ERP completa?

 

Noi di abas ERP, consigliamo sempre ai nostri clienti di iniziare il progetto di implementazione con una soluzione standard completa, con l’obiettivo di formare gli utenti. Una volta che i key users sono addestrati all’uso dell’ERP, saranno in grado di identificare le differenze tra ciò che l’attuale sistema offre e le loro aspettative, e quindi ridefinire i requisiti essenziali specifici in base al ROI previsto. In questo modo, è possibile pianificare il progetto in maniera molto più rapida e mantenendo il controllo dei costi. Tuttavia, questa metodologia funziona solo con un ERP industriale completo: pianificazione avanzata, schedulazione, gestione dell’inventario, contabilità multi-sito, pianificazione del post-vendita, DMS (Document Management System), configuratore di prodotti, project management / gestione a commessa, ecc.

 

Un sistema ERP incompleto con costi iniziali minimi, ma che richiede sviluppi specifici, risulterà essere sempre più costoso quando si arriva alla fine del progetto. Infatti, questi sistemi richiedono più tempo per essere implementati sia in fase di progetto iniziale che negli aggiornamenti, e alla fine risultano essere più costosi. Per non parlare della diminuzione della produttività dei vostri team a causa del prolungato coinvolgimento nel progetto di implementazione con i relativi ritardi nella gestione delle attività aziendali quotidiane.

Perché la vostra azienda dovrebbe cambiare il suo ERP?

Perché la vostra azienda dovrebbe cambiare ERP?

Il cambiamento del modello di gestione aziendale comporta un grande esborso finanziario per l’azienda, sia in termini di tempo per la ricerca della soluzione che meglio si adatta alle nostre esigenze, che per la realizzazione dell’implementazione e la corrispondente formazione degli utenti.

 

Non c’è una data scritta in cui ci viene detto che “dopo x anni è necessario cambiare ERP”. Infatti, questo dovrebbe avvenire quando il nostro sowtware aziendale non soddisfa più le aspettative che abbiamo fissato per il raggiungimento degli obiettivi dell’azienda.

 

Se crediamo di non tenere il passo per la gestione delle informazioni e la produttività o se non abbiamo l’agilità necessaria per rispondere, è quasi certo che sia necessario un aggiornamento di tipo tecnologico.

 

Le domande da porsi sono le seguenti:

 

  • La mia soluzione soddisfa le mie esigenze quotidiane?

 

  • Sto cercando di ottimizzare i miei costi tecnologici?

  • Il mio partner mi sta aiutando ad evolvere la mia soluzione?

  • Le mie scadenze sono quelle che i miei fornitori e clienti si aspettano?

Se a queste domande non vi è una risposta positiva, forse è il momento di considerare l’aggiornamento del vostro strumento di gestione.

 

 

5 motivi comuni per cambiare ERP

 

  1.  L’ERP è diventato obsoleto

Di solito la ragione principale per cambiare ERP non è direttamente legata della soluzione, ma piuttosto ad un suo aggiornamento obsoleto. In questa situazione dovreste considerare se ci sono versioni superiori che non rappresentano un cambiamento radicale, o se è il momento di cercare una nuova soluzione per la vostra azienda.

 

  1. Il mio partner non mi dà il servizio di cui ho bisogno

La scelta di una buona soluzione aziendale è sempre condizionata dalla presenza di un partner che soddisfi i requisiti di cui abbiamo bisogno. Il successo del nostro strumento dipenderà dal supporto tecnico che avremo e dall’azienda che sceglieremo per realizzare l’implementazione del software nelle nostre strutture.

 

  1. L’azienda va ad un ritmo diverso dalla mia soluzione.

Spesso si sente la frase: “la mia azienda va ad un ritmo e la realtà è diversa”. Se questo fosse il vostro caso, la soluzione richiede urgentemente un cambiamento. L’ERP deve essere sempre all’altezza, in quanto  l’adattabilità ad una realtà in evoluzione e la scalabilità di un’azienda sono tra le caratteristiche che meglio definisco un buon software.

  1. L’ERP non rispetta i livelli di sicurezza

Dobbiamo prendere in considerazione due criteri fondamentali per quanto riguarda la sicurezza del nostro ERP:

 

– Offre una protezione contro l’accesso di persone non autorizzate?

– Offre protezione nei processi di audit e di controllo degli utenti?

 

Se non copre queste due principali premesse di sicurezza, è il momento di cambiare ERP.

 

  1. Ho bisogno di un software che aggiunga valore all’azienda 

Un’azienda deve essere in continua fase di cambiamento e in ambienti completamente dinamici. Per questo, un ERP deve fornire valore in un modo che non soddisfi solo le esigenze di base, ma aiuti nei processi ed eviti la stagnazione degli stessi.

 

 

 

Trasforma il tuo ERP in un vero vantaggio competitivo, possiamo aiutarti?

Produzione assistita CAPM- ERP la combinazione vincente

 

Produzione assistita CAPM- ERP la combinazione vincente

 

 

Ogni azienda industriale dovrebbe conoscere i vantaggi che rendono un CAPM e un ERP se lavorano insieme.

Ma cos’è un software CAPM?

Il CAPM è un software con il quale è possibile controllare tutti i processi produttivi di un’azienda. Il suo utilizzo permette di raggiungere diversi obiettivi:

  • una produzione più efficiente
  • rispetto delle scadenze fissate dai clienti
  • il rispetto delle norme e dei regolamenti

Il software CAPM ottimizza ognuno di questi con una panoramica completa dei processi di produzione. Ed è esattamente questa la differenza tra ERP e CAPM: ERP è un sistema globale, mentre CAPM serve solo gli interessi della produzione.

Nello specifico, un ERP industriale permette di costruire un sistema informativo globale e omogeneo su una base unica e quindi permette a tutti i dipendenti di lavorare su dati uniformi. Inoltre, l’ERP industriale permette la standardizzazione dei processi di business all’interno dell’azienda, in tutte le sedi, sia in Italia che all’estero.

 

 

Combinazione CAPM-ERP

Il CAPM nasce negli anni ’70 e si sviluppa fino ad essere integrato con i software ERP negli anni ‘90. Questi ultimi permettono di integrare tutte le informazioni raccolte in tempo reale dal software CAPM, di distribuirle ai reparti necessari e di elaborare le informazioni in modo che possano essere utilizzate immediatamente nel processo decisionale.

La soluzione ERP + CAPM è molto apprezzata da diverse aziende, tuttavia, in tempi di interconnettività, molti cercano una soluzione standardizzata. Questo perché una soluzione CAPM+ERP standardizzata vi aiuterà a visualizzare i vostri dati in tempo reale, il che vi aiuterà a mantenere agili i vostri processi aziendali.

Perché CAPM-ERP è la soluzione vincente?

 

Visualizzare le informazioni in tempo reale

Collegare ERP e CAPM permette di anticipare la produzione in base alle offerte e agli ordini attuali e quindi di regolare le scorte (nessun eccesso di scorte, stock out o colli di bottiglia). Permette anche di avvisare i clienti tempestivamente in caso di problemi come i ritardi di produzione.

 

 

Rendere l’azienda agile

Un CAPM integrato con ERP  aumenta la tracciabilità e il flusso di informazioni nei vostri processi aziendali. Inoltre, CAPM + ERP permette di personalizzare le viste degli utenti in base alle loro esigenze/profili. Infine, con un CAPM-ERP è molto più facile reagire quando le esigenze del cliente cambiano improvvisamente. È possibile riavviare automaticamente la produzione e continuare a lavorare in modo efficiente e senza intoppi.

 

Tutto ciò rende l’azienda molto più agile e reattiva, incrementando produttività ed efficienza.

Come si può vedere dall’articolo, ogni azienda industriale che vuole avere un futuro nel suo mercato deve avere un CAPM e un ERP. Ancora meglio se i due sono nativamente connessi, anche considerando che i moderni ERP hanno già integrato questa interfaccia.

 

Manutenzione predittiva per la fabbrica intelligente


Manutenzione predittiva per la fabbrica intelligente


Al giorno d’oggi stiamo vivendo un cambiamento accelerato nei processi industriali guidati dagli ultimi progressi nelle tecnologie: le cosiddette “fabbriche intelligenti” stanno rimodellando il futuro del business combinando flessibilità e tecnologia. Tuttavia, per rimanere competitive e fornire in modo affidabile un prodotto di qualità, le aziende devono garantire il corretto funzionamento delle sue attrezzature di produzione. Ecco perché la manutenzione predittiva (PdM) è parte di questo processo e gioca un ruolo importante nell’Industria 4.0, poiché si adatta perfettamente ai principi di anticipazione, efficienza e produttività della fabbrica intelligente.

L’industria 4.0 pone una rivoluzione tra l’automazione dei processi produttivi e l’esplosione dell’era digitale che si estende a tutti i settori. In alcuni di questi, come l’industria automobilistica e dei macchinari, la necessità di aumentare l’efficienza e la produttività sta attirando molta attenzione e una rapida adozione.


Ma in cosa si distingue rispetto alla manutenzione tradizionale?


La filosofia del “pompiere”: manutenzione reattiva 

La manutenzione reattiva, conosciuta anche come “run-to-failure”, consiste nel non programmare alcun compito finché la macchina non si guasta. La manutenzione reattiva è la manutenzione tradizionale, si limita a fungere da “officina di manutenzione”, concepita con l’idea di creare una grande capacità umana che potesse occuparsi di qualsiasi imprevisto all’interno degli impianti industriali. Questa filosofia da “pompiere” è oggi conosciuta come manutenzione reattiva ed è appropriata solo nei processi aziendali in cui non interrompe o riduce la produzione, non causa danni irreversibili alla macchina o riparazioni costose e non influisce sulla qualità del prodotto fabbricato o sulla reputazione dell’azienda.


Come funziona la manutenzione predittiva nell’era 4.0?

Al contrario, la manutenzione predittiva lavora da anni con tecniche di misurazione e analisi che utilizzano sensori per anticipare i potenziali guasti delle attrezzature di produzione. Oggi, l’Industrial Internet of Things (IIoT) incorpora l’apprendimento automatico e la tecnologia dei big data per catturare e comunicare costantemente i dati, avvisando rapidamente le aziende delle inefficienze e prevenendo costosi guasti. Specificamente nel settore manifatturiero, l’IIoT ha un grande potenziale in aree come il controllo della qualità, le pratiche sostenibili, la tracciabilità della catena di approvvigionamento e l’efficienza generale di tutta la supply-chain. In pratica, il software di manutenzione predittiva raccoglie dati che vengono trasferiti e analizzati secondo regole e condizioni predefinite. L’analisi automatica si traduce in grandi volumi di dati; ed è qui che entra in gioco un’altra grande tendenza: i Big Data. Più attrezzature ha la fabbrica intelligente, più dati riceverà dal software. La capacità di elaborare grandi volumi di dati in modo efficiente e sicuro non è sempre un compito facile, per questo è essenziale utilizzare un sistema ERP per la gestione delle risorse aziendali, che riceve, analizza ed elabora le informazioni e la diagnostica.


I principali vantaggi della manutenzione predittiva

Riassunta in una frase, la sua missione principale è quella di ottimizzare l’affidabilità e la disponibilità delle attrezzature al minimo costo.

In dettaglio questo significa:

  • Pianificazione e programmazione automatica delle azioni
  • Aumento dell’efficienza generale e della produttività
  • Aumento della redditività della macchina
  • Miglioramento dell’affidabilità e della disponibilità complessiva delle attrezzature
  • Meno perdite di materie prime dovute a fermate e ripartenze non pianificate
  • Riduzione della manodopera
  • Riduzione degli incidenti e aumento della sicurezza
  • Miglioramento della soddisfazione del cliente
  • Riduzione dei costi dell’assicurazione industriale riducendo il rischio per la compagnia assicurativa

L’industria 4.0 è arrivata rapidamente, includendo le innovazioni tecnologiche che costringono le aziende a non mollare mai la presa e ad intraprendere un altro cambiamento significativo per assicurare il loro futuro.


Analisi avanzate nel magazzino

 

Analisi avanzate nel magazzino

 

Per qualsiasi azienda manifatturiera, la gestione intelligente dell’inventario è fondamentale per una logistica efficiente e per il successo aziendale. È importante essere sempre consapevoli di ciò che si ha in magazzino, dove si trova, dove sta andando e quanto costa. E nel mondo connesso di oggi, è anche possibile tracciare l’inventario mentre si muove tra fornitori, clienti, produzione e distribuzione, assicurando che i dati siano sempre accurati e aggiornati.


Il software abas ERP è in grado di fare questo e molto altro attraverso l’uso di potenti strumenti di gestione dell’inventario e della logistica. In questo modo si possono prendere decisioni sicure e ben informate con dati accurati, ed avere il pieno controllo dei livelli di stock.

Gli strumenti di gestione dell’inventario aiutano a mappare e gestire strategicamente la struttura del magazzino della vostra azienda e lo stock fisico. Si possono mantenere gerarchie di magazzino gestibili e tracciare facilmente le materie prime, i prodotti finiti, i materiali in subappalto, i pezzi di ricambio e tutti i materiali ausiliari, al fine di massimizzare produttività e redditività.


Logistica con ERP: vantaggi in sintesi


  • Maggiore efficienza: strutture di magazzino e posizioni di stoccaggio chiaramente mappate aiutano il team di logistica a processare più velocemente le ricevute delle merci, a velocizzare il picking degli ordini di vendita e a migliorare la programmazione e la pianificazione.
  • Conteggi accurati: il sistema ERP abas per l’inventario delle scorte si distingue per la chiarezza e la trasparenza delle strutture dei dati e la definizione delle procedure di conteggio in base alle esigenze della vostra azienda.
  • Aggiornamenti automatici: abas ERP assicura che i conteggi dei materiali e delle merci a portata di mano siano mantenuti aggiornati regolando automaticamente i livelli delle scorte quando vengono registrate le bolle di accompagnamento o i rapporti di produzione.
  • Scanner: le soluzioni di scanner abas ERP utilizzano l’autenticazione controllata dal login per garantire un accesso sicuro e forniscono un’ergonomia e un layout appositamente progettati per i PDA (Personal Digital Assistant) al fine di accelerare i movimenti di magazzino, le emissioni e i trasferimenti.
  • Inventario: In abas ERP, è possibile verificare l’intero processo di inventario. Tutti i passi possono essere controllati centralmente: la creazione e stampa dei fogli d’inventario con l’opzione di stampa collettiva, l’inizio dell’inventario, l’inserimento delle quantità contate, l’uscita delle liste delle differenze e il completamento dell’inventario multilivello. I fogli elaborati sono poi archiviati automaticamente e permettono una perfetta registrazione dell’inventario, e grazie allo strumento “Inventory Centre” si può gestire una tracciabilità completa.
  • FIFO, LIFO: all’interno di abas, potete decidere quale sequenza di consumo (LIFO, FIFO) usare per ogni prodotto. Una volta che una sequenza di consumo è stata memorizzata per un prodotto, ogni sua entrata è documentata separatamente. Tra queste sono comprese le informazioni sulla quantità ricevuta, la data di cambio o di scadenza e il prezzo di costo. Poi, quando il prodotto viene ritirato, la quantità di stock sarà registrata secondo la sequenza definita. I costi risultanti saranno quindi determinati e stabiliti sia nella registrazione del costo del materiale che nel costo effettivo.

 

La mobilità diventerà sempre più importante sul posto di lavoro

La mobilità diventerà sempre più importante sul posto di lavoro

Secondo vari sondaggi nelle imprese, i manager IT attribuiscono sempre più importanza all’uso di dispositivi mobili per scopi aziendali. Questo vale non solo per la comunicazione telefonica, la comunicazione via e-mail o la sincronizzazione del calendario, ma anche, sempre di più, per l’accesso mobile a tutti i dati chiave dell’azienda.

Avere informazioni ERP disponibili ovunque, in qualsiasi momento e in modo sicuro aumenta la produttività per tutti i reparti dell’azienda, specialmente per i manager ed i reparti di manutenzione e vendita.

ERP mobile: vantaggi in sintesi

  •  Miglioramento della qualità del servizio: fornire ai lavoratori dei cellulari permette l’accesso istantaneo alle informazioni rilevanti ovunque essi siano. L’ERP mobile permette ai lavoratori di rispondere alle domande dei clienti e di fornire loro dati e prospetti che altrimenti dovrebbero aspettare. Questa forma di mobilità aziendale permette anche di recuperare le informazioni sui clienti al momento necessario, così che le trattative possano essere facilmente adattate alle esigenze uniche di ogni cliente. In questo modo, le relazioni con i clienti si fortificano.
  •  Miglioramento della produttività: poiché i dipendenti possono accedere a queste applicazioni aziendali mentre sono in movimento, i tempi di inattività dovuti ai viaggi sono notevolmente ridotti. I dipendenti hanno pieno accesso a tutte le funzionalità aziendali di cui hanno bisogno per continuare a lavorare come se fossero in ufficio. E anche quando i dipendenti sono a casa, l’accesso mobile all’ERP riduce le scartoffie, liberando tempo per attività di maggiore importanza senza mai trascurare il reporting e la tracciabilità.
  •  Inserimento dei dati più accurato: poiché qualsiasi transazione può essere fatta sul posto in tempo reale tramite le applicazioni dell’azienda, non c’è bisogno di riscriverla una volta tornati in sede. Questo riduce il numero di errori di inserimento dei dati, risparmiando tempo e denaro.
  •  Vantaggio competitivo: infine, avere i dati aziendali disponibili con accesso mobile dà alle aziende un chiaro vantaggio sui loro concorrenti. Infatti, ha un impatto diretto sulla reattività dell’azienda, sia nelle relazioni con i clienti, che nella consegna degli ordini o nel processo decisionale.

Con l’ERP mobile, i vostri lavoratori possono godere delle funzionalità, dei dati e dei vantaggi delle vostre applicazioni ERP non solo in ufficio, ma anche in viaggio. La mobilità diventerà sempre più importante sul posto di lavoro, e le aziende devono scegliere un sistema che si adatti al loro business, e che allo stesso tempo abbia la capacità e la flessibilità di integrarsi con nuove soluzioni tecnologiche.

Perché scegliere abas ERP per i prodotti personalizzati

 

Perché scegliere abas ERP per i prodotti personalizzati

 

In generale, i sistemi ERP sono progettati per risolvere sfide operative. Tuttavia, nel mondo della produzione personalizzata, non tutti i software sono creati uguali. Quando si tratta di gestire i molti ostacoli ad un processo di produzione efficiente e redditizio, numerosi produttori si rivolgono al software ERP di abas per l’agilità e la flessibilità che offre durante tutta la durata del processo.

 

I produttori si preoccupano principalmente di soddisfare le richieste uniche dei loro clienti, di prevedere accuratamente i costi e di arrivare ad un prezzo di vendita che manterrà la redditività su qualsiasi progetto. Per realizzare questi compiti, i produttori devono fare delle stime solide all’inizio del progetto e poi tracciarne i suoi costi effettivi. È qui che entra in gioco il software abas ERP: dà la possibilità di fare stime, dare al cliente un preventivo accurato, fare ordini di vendita, prevedere i costi, misurare i costi effettivi rispetto alle stime e creare un piano operativo completo.

 

Il primo passo è l’integrazione del software CAD esistente con il sistema abas. Nella produzione personalizzata, un cliente si avvicina al produttore con un progetto salvato in un file CAD che contiene tutte le considerazioni sul design previsto del prodotto – materiali, percorsi, manodopera e altre specifiche comuni. Quello che fa abas è prendere i dettagli elencati nel file CAD e tradurli in informazioni che possono essere usate sia nel processo di produzione che nei conti finanziari. Tutto questo va nel preventivo iniziale che il produttore dà al cliente.

Una volta che il cliente approva il preventivo, il sistema abas genera un ordine di vendita che stabilirà tutte le informazioni di pianificazione necessarie per realizzare il prodotto così come richiesto dal cliente. Tutto questo viene tracciato in quello che noi chiamiamo “Project Object”, uno strumento che porta il progetto dall’ingegneria al livello di produzione.

 

Inoltre, il software abas traduce le informazioni di progettazione in istruzioni dettagliate che definiscono ogni attività da completare, dalla pianificazione e programmazione, all’approvvigionamento e instradamento, fino all’assemblaggio e alla spedizione. Queste informazioni vengono anche tradotte nel lato finanziario, catturando i costi stimati associati ad ogni attività, come il costo del lavoro, i materiali, i costi di R&S e altre spese varie.

 

Man mano che il progetto va avanti, il “Project Object” permette ai produttori di tracciare tutti i loro costi effettivi e confrontarli con le stime originali. Da lì è dunque possibile determinare la vera redditività del lavoro. Inoltre, il software abas permette di salvare tutti i dati del progetto in modo da poterli consultare in futuro. Infatti, nonostante la produzione personalizzata sia tutta incentrata sulla produzione di beni unici, ci sono casi di evidenti somiglianze tra i progetti. Avere i dati storici dei lavori precedenti può quindi dare ai produttori un vantaggio quando si fanno previsioni e preventivi.

Abas è un innovatore di soluzioni ERP per aziende di medie dimensioni che aspirano ad essere leader nel loro settore. Usiamo i nostri oltre 40 anni di esperienza per fornire esattamente ciò di cui i nostri clienti hanno bisogno – un software che sia agile, intuitivo, sostenibile a lungo termine e che funzioni ovunque nel mondo.