Il lato umano della tecnologia e della produttività

La “digitization” è usata in molti contesti ed è molto spesso usata in modo intercambiabile con la “digitalization”. In Italiano, entrambi i termini vengono tradotti con la parola “digitalizzazione”, ma è utile comprenderne la differenza.

Al livello più elementare, la “digitization” è la creazione di una versione digitale di oggetti fisici come mappe di carta, documenti cartacei e fotografie, ma anche di suoni e altro. La spiegazione più semplice di questo termine sarebbe dire che è un processo di conversione di un qualcosa non digitale in un formato digitale che può essere usato da un sistema informatico per molteplici motivi.

È importante precisare che rendere qualcosa digitale non significa sostituirne la versione originale, ma piuttosto mantenerla come backup (per esempio, di documenti). In breve, la “digitization” ci aiuta a condividere i formati digitali molto più facilmente con gli altri.

Il secondo termine che dovrebbe essere spiegato è “digitalization”. Nel mondo del business, “digitalization” si riferisce spesso all’abilitazione o al miglioramento delle operazioni, delle funzioni o dei modelli di business sfruttando al meglio le tecnologie. Nel contesto aziendale, la “digitalization” è importante sia per trattare le informazioni digitali che per i processi basati sulla carta che non possono essere trattati digitalmente. Questi variano a seconda della legge locale, ma si tratta spesso di firme su specifici documenti.

Ci sono numerosi progetti incentrati sulla “digitalization” che un’azienda puo intraprendere, dall’automazione dei processi alla riqualificazione dei dipendenti. Al contrario, la strategia digitale non è qualcosa che le aziende possono implementare da un giorno all’altro. Infatti, questo termine si riferisce alla trasformazione strategica del business basandosi sui propri clienti, portando un valore aggiuntivo e cambiando il modello organizzativo trasversalmente, oltre che implementando nuove soluzioni tecnologiche.

Le iniziative di trasformazione digitale includono molteplici passi e progetti. Per questo motivo, è necessario preparare una tabella di marcia prima di intraprendere qualsiasi trasformazione digitale. In realtà, il processo richiede un cambiamento generale dell’azienda, essenzialmente apportando modifiche in tutti i suoi valori, dato che il business diventerebbe completamente basato attorno al cliente. La fase finale della trasformazione consiste nel rendere digitali le informazioni, i processi e i documenti (digitization process) che compongono le operazioni e transformando dunque l’intero sistema operativo.

Prima di costruire questo modello di business è necessaria la comprensione di alcuni “indicatori di successo” come la consapevolezza della trasformazione del processo digitale; l’apprendimento liquido chiamato lifelong learning; il modello di design centrato sull’uomo; l’agilità dell’innovazione; il miglioramento continuo; la crescita sostenibile e il nuovo modello di entrate aziendali.

I principali benefici che la tecnologia non potrà mai sostituire e non potrà misurare sono elementi come la creatività, l’istinto, l’empatia e l’immaginazione. Ognuno di essi è necessario e sufficiente per il prossimo modello di sviluppo del business. Per questo motivo, la trasformazione della digitalizzazione cambierà il business, la vostra vita e le vostre abitudini, ma non sostituirà l’uomo dal suo posto di lavoro in tutti i casi. Secondo il libro di Gerd Leonhard “Technology vs Humanity”, “la gente non dovrebbe fidarsi della tecnologia al 100%, ma trattarla come un’opzione che può essere usata da loro oppure no”. Ognuno ha una scelta e il diritto di non permettere che le aziende siano svantaggiate se scelgono di usare le persone invece delle macchine, anche se è più costoso e meno efficiente. “Quanta libertà siamo disposti a sacrificare per essere più efficienti… o più sicuri?